PARROCCHIE DEL TERRITORIO DI

CASALE CORTE CERRO (VB)

logo1

 

Stend

angelo Buglio

Chiesa Ramate_r

parrocchia di

SAN GIORGIO

MARTIRE

Casale Corte Cerro

parrocchia di

SAN TOMMASO

APOSTOLO

Montebuglio con Gattugno

parrocchia di

SAN LORENZO

E SANT’ANNA

Ramate

via Roma, 6

28881 Casale Corte Cerro (VB)

telef. e fax 0323 60123

parrocchiecasalecc@alice.it

via Canton di Sotto, 4/5

frazione Montebuglio

28881 Casale Corte Cerro (VB)

via San Lorenzo, 1

frazione Ramate

28881 Casale Corte Cerro (VB)

telef. 0323 60291

 

        Parroco unico    don Massimo Galbiati        cell. 347 059 8804      mail   galbiati.mass@alice.it

 

Ufficio parrocchiale:          via Roma, 6  Casale centro         telef.  0323 60123

                                                   apertura al pubblico: martedì, giovedì, venerdì     ore 10,00 – 11,30

Abitazione del parroco:      via San Lorenzo, 1  Ramate        telef.  0323 60291

 

ORARI DELLE FUNZIONI

 

 

 

CASALE

MONTEBUGLIO

RAMATE

Giorni feriali

Giorni feriali

Giorni feriali

S. Messa   lunedì e giovedì

                 ore 18,00

                 chiesa parrocchiale

 

S. Messa   martedì e venerdì

                 ore 18,00

                 chiesa parrocchiale

Giorni prefestivi

Giorni prefestivi

Giorni prefestivi

S. Messa   ore 18,15

                 chiesa parrocchiale

S. Messa   ore 17,00

                 chiesa parrocchiale

 

Giorni festivi

Giorni festivi

Giorni festivi

S. Messe   ore 11,15

                 chiesa parrocchiale

 

S. Messa   ore 10,00

                 chiesa parrocchiale

 

N.B. Gli orari sopra riportati possono subire variazioni in occasioni particolari. Per informazioni dettagliate consultare i bollettini parrocchiali settimanali all’apposita sezione. Negli oratori frazionali vengono celebrate funzioni in occasione delle festività locali o in suffragio dei defunti. Anche in questo caso si possono reperire notizie nei bollettini parrocchiali settimanali.

 

ATTENZIONE!  Quando si celebra un funerale in una parrocchia, viene soppressa la Messa feriale in quella parrocchia. Il ricordo dei defunti verrà spostato alla Messa più vicina.

 

CONFESSIONI   Il parroco è disponibile 30 minuti prima di ogni celebrazione, al termine di queste oppure previo appuntamento telefonico.

 

 

 

 MENU

IN PRIMO PIANO

 

 

Notizie dì per dì (blog)

 

Bollettini parrocchiali

 

Oratorio Casa del Giovane

 

Catechismo

 

Gruppo Chierichetti

 

GMG Madrid 2011

 

GREST

 

Attività varie

 

Celebrazioni festive nelle

         parrocchie limitrofe

 

I sacerdoti

 

Notizie storiche

 

Chiese e oratori

 

Canti liturgici

 

Atti del Sinodo Diocesano

2016

 

Bollettino UPM

 

--  o O o  --

 

Liturgia quotidiana

 

Liturgia delle ore

 

Bibbia online

 

Santi e Beati

 

Link ai siti amici

 

 

APERTO IL CANALE YOU TUBE

E’ online il nuovo canale You Tube Parrocchie Unite CasaleCC, lo trovate al link

youtube.com/watch?v=Zt1p9lzB8Jk&t=11s

________________________________________________

 

SANTE MESSE SOSPESE FINO AL 3 APRILE

Per le confessioni individuali contattare telefonicamente il parroco al n. 347 059 8804

________________________________________________

 

SETTIMANA SANTA

Le funzioni della Settimana Santa non verranno celebrate pubblicamente. Siamo tutti invitati a viverle attraverso la televisione (ad esempio TV2000, su canale 28)

________________________________________________

 

ALLE COMUNITA’ PARROCCHIALI DI

CASALE, MONTEBUGLIO CON GATTUGNO E RAMATE

Tutta la Conferenza Episcopale Piemontese, nel segno di una comune solidarietà con chi è più provato, stabilisce quanto segue:

CONFERMA:

tutti i divieti già precedentemente espressi, ovvero sospensione di ogni attività pastorale, riunione o altro, a carattere diocesano, zonale, parrocchiale con relativa chiusura degli oratori o luoghi parrocchiali a questo destinati;

invita a lasciar aperte le chiese per la preghiera personale. Si osservino le misure precauzionali già indicate.

DISPONE:

·      che siano sospese tutte le celebrazioni delle sante Messe, festive e feriali, le altre celebrazioni liturgiche, riunioni di preghiera e gli esercizi quaresimali. I funerali potranno essere svolti in forma privata con la preghiera di commiato fatta all’aperto, in cimitero;

·      si sospendano le benedizioni e le visite alle famiglie;

·      si rimanga disponibili per ascoltare le confessioni, tenendosi a debita distanza o con precauzione di idonea mascherina.

I Vescovi e i Sacerdoti ricevono con l’ordinazione la grazia e la missione dell’intercessione per il proprio popolo. Sono quindi invitati a celebrare personalmente, a mettere a disposizione strumenti e momenti con i nuovi mezzi della comunicazione per pregare e meditare. Le comunità a noi affidate sappiano che la sospensione della preghiera comunitaria dell’Eucaristia è una grande privazione, possibile solo in un momento di grave pericolo per il bene di tutte le persone, in particolare degli anziani, mentre assicuriamo che preghiamo per loro e con loro.

 

DI CONSEGUENZA rimangono sospese…

·      LE MESSE dei giorni festivi e feriali in tutte e tre le Parrocchie. Le intenzioni per le S. Messe saranno recuperate al termine del periodo di emergenza previsto dal decreto. Si prega di passare in ufficio per la data del recupero;

·      LA VIA CRUCIS del venerdì;

·      GLI INCONTRI DI PREGHIERA DEL GRUPPO DI PADRE PIO tutti i martedì alle 20.45 a Ramate;

·      GLI INCONTRI DI CATECHISMO E DI POST-CRESIMA del venerdì sera in oratorio.

·      LE ATTIVITA’ che si svolgono nei locali parrocchiali e in oratorio;

·      LA RECITA COMUNITARIA DEL ROSARIO DEL “MONASTERO INVISIBILE”: ognuno, in ogni caso, nel giorno consueto, lo reciti in forma personale, secondo l’intenzione “pro vocazioni sacerdotali

 

disponibilità per la confessione:

Chi avesse bisogno può contattare personalmente il parroco chiami al numero 347 059 8804

 

si segnala che

·      le chiese di Casale e Ramate resteranno aperte dalle 9 alle 18 per la preghiera personale, col rispetto della distanza di almeno un metro tra i fedeli, come da decreto.

·      in tutte queste settimane, alle ore 19, sarà possibile seguire e condividere in diretta streaming, un momento di preghiera (15 minuti) con il nostro Vescovo Franco Giulio Brambilla ai siti web

o  www.facebook.com/passionanovara

o  www.youtube.com/user/passionovara/live

Si ricorda quanto il Vescovo ci ha scritto all’inizio della Quaresima: “Le chiese vuote e la mancanza del gesto comunitario della penitenza non significa che non debba esserci spazio per pregare soprattutto in casa, per meditare, per riscoprire i legami di affetto, il valore e il dono che ciascuno è per l’altro e la bellezza di sentirci nella nostra famiglia”.

________________________________________________

 

RISCOPRIAMO LA COMUNIONE SPIRITUALE

CHE COS’E’ LA COMUNIONE SPIRITUALE?

La comunione spirituale è una pratica consistente nel desiderio di unirsi a Gesù presente nell'Eucaristia, non ricevendolo sacramentalmente, ma aderendo a Lui spiritualmente. Santa Teresa di Gesù bambino raccomandava: “Quando non vi comunicate perché non potete partecipare alla Messa, potete comunicarvi spiritualmente, la qual cosa è assai vantaggiosa... Così in voi si imprime molto dell'amore di Nostro Signore”.

DOVE SI FA LA COMUNIONE SPIRITUALE?

Può essere fatta ovunque, anche se è necessario un certo momento di raccoglimento che aiuti a stabilire una vera comunione di pensieri e di affetti col Signore.

QUALI SONO I FRUTTI DI QUESTA PRATICA?

La comunione spirituale ha gli stessi frutti della comunione sacramentale: è nutrimento spirituale e aumento di grazia. Essa ravviva la fede e l'amore al Santissimo Sacramento.

COSA OCCORRE FARE PER VIVERE LA COMUNIONE SPIRITUALE?

Dopo essersi raccolti in raccoglimento, si può recitare questa preghiera (o altre simili)

Signore,

credo che sei realmente presente nel Santissimo Sacramento dell’Eucarestia.

Ti amo sopra ogni cosa e Ti desidero nell’anima mia.

Poichè ora non posso riceverti sacramentalmente,

vieni almeno spiritualmente nel mio cuore.

(si osserva qualche momento di silenzio, preghiera e adorazione)

Come già venuto io Ti abbraccio e mi unisco tutto a Te,

non permettere che abbia mai a separarmi da Te. Amen

 

 

 

 

 

 

ESEGESI DELLA PAROLA FESTIVA

Domenica 29 marzo 2020

 

 

 

Il racconto della risurrezione di Lazzaro è la pagina dove Gesù appare più umano. Lo vediamo fremere, piangere, commuoversi, gridare. Quando ama, l'uomo compie gesti divini; quando ama, Dio lo fa con gesti molto umani. Una forza scorre sotto tutte le parole del racconto: non è la vita che vince la morte. La morte, nella realtà, vince e ingoia la vita. Invece ciò che vince la morte è l'amore. Tutti i presenti quel giorno a Betania se ne rendono conto: guardate come lo amava, dicono ammirati. E le sorelle coniano un nome bellissimo per Lazzaro: Colui-che-tu-ami. Il motivo della risurrezione di Lazzaro è l'amore di Gesù, un amore fino al pianto, fino al grido arrogante: vieni fuori! Le lacrime di chi ama sono la più potente lente d'ingrandimento della vita: guardi attraverso una lacrima e capisci cose che non avresti mai potuto imparare sui libri. La ribellione di Gesù contro la morte passa per tre gradini: 1. Togliete la pietra. Rotolate via i macigni dall'imboccatura del cuore, le macerie sotto le quali vi siete seppelliti con le vostre stesse mani; via i sensi di colpa, l'incapacità di perdonare a se stessi e agli altri; via la memoria amara del male ricevuto, che vi inchioda ai vostri ergastoli interiori. 2. Lazzaro, vieni fuori! Fuori nel sole, fuori nella primavera. E lo dice a me: vieni fuori dalla grotta nera dei rimpianti e delle delusioni, dal guardare solo a te stesso, dal sentirti il centro delle cose. Vieni fuori, ripete alla farfalla che è in me, chiusa dentro il bruco che credo di essere. Non è vero che «le madri tutte del mondo partoriscono a cavallo di una tomba» (B. Brecht), come se la vita fosse risucchiata subito dentro la morte, o camminasse sempre sul ciglio di un abisso. Le madri partoriscono a cavallo di una speranza, di una grande bellezza, di un mare vasto, di molti abbracci. A cavallo di un sogno! E dell'eternità. Ad ogni figlio che nasce, Cristo e il mondo gridano, a una voce: vieni, e portaci più coscienza, più libertà, più amore! 3. Liberatelo e lasciatelo andare! Sciogliete i morti dalla loro morte: liberatevi tutti dall'idea che la morte sia la fine di una persona. Liberatelo, come si liberano le vele al vento, come si sciolgono i nodi di chi è ripiegato su se stesso, i nodi della paura, i grovigli del cuore. Liberatelo da maschere e paure. E poi: lasciatelo andare, dategli una strada, e amici con cui camminare, qualche lacrima, e una stella polare. Che senso di futuro e di libertà emana da questo Rabbi che sa amare, piangere e gridare; che libera e mette sentieri nel cuore. E capisco che Lazzaro sono io. Io sono Colui-che-tu-ami, e che non accetterai mai di veder finire nel nulla della morte.

                                                                                                     (E. Ronchi)

 

 

 

 

 

SPAZIO CARITAS

 

 

 

 

Centro di Ascolto Caritas

via Roma, 13 – Baitino

28881 Casale Corte Cerro

telefono 0323 60123

aperto ogni mercoledì, dalle 10,00 alle 11,30

 

Il “Gruppo Caritas Interparrocchiale” cerca nuovi volontari per far fronte alla sempre crescente richiesta di aiuto.

 

Si ricorda che è sempre valido l’invito a portare generi alimentari a lunga scadenza nei contenitori posti in fondo alle nostre chiese, nelle case parrocchiali di Casale e Ramate o direttamente al centro d’ascolto negli orari di apertura.

 

 

 

 

parrocchie on line

I PERCHÉ DI UNA SCELTA

 

 

 

“I credenti avvertono sempre più che se la Buona Novella non viene fatta conoscere anche nell’ambiente digitale, potrebbe essere assente nell’esperienza di molti, per i quali questo spazio esistenziale è importante.”

Jorge Bergoglio - papa Francesco

 

Nel dicembre del 2008, con la destinazione di don Erminio Ruschetti ad altro incarico, le tre parrocchie del territorio di Casale Corte Cerro venivano affidate a don Pietro Segato, che alcuni mesi prima era arrivato a Casale a sostituire don Enrico Manzini.

Da quel momento è iniziato un lento, ma costante cammino di avvicinamento delle tre comunità di cui questo sito vuole rappresentare una tappa importante.

Si sentiva da tempo l’esigenza di uscire dalla semplice, seppur efficace, logica dei bollettini parrocchiali distribuiti brevi manu su foglietti ciclostilati. Sempre più la comunicazione è affidata ai moderni strumenti informatici e le comunità cattoliche non possono sottrarsi a questi meccanismi se vogliono continuare ad essere realtà viva e presente nel tessuto sociale, ambienti con proposte di vita serie e credibili, soprattutto nei confronti dei più giovani tra i loro componenti. E’ così che un gruppo di volontari, spronato da padre Joseph, giovane e dinamico coadiutore di don Pietro, ha deciso di lanciarsi nell’avventura e provare a ‘navigare’ nel grande oceano telematico.

Quella che trovate qui è una scommessa con il futuro, un tentativo di essere presenti e protagonisti. Un esperimento che, per aver successo, ha bisogno dell’aiuto di tutti quegli ‘uomini (e donne) di buona volontà’ che gli angeli chiamarono a raccolta più di duemila anni fa nella lontana Betlemme. Chiunque abbia voglia di provarci sarà il benvenuto.

Fatevi sentire!..

Scrivete a  parrocchiecasalecc@alice.it

                                                                                                                      Febbraio 2010

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

La Parrocchie di Casale Corte Cerro sono anche su Facebook                                       fb

 

sitica1

 

 

webmaster MBM-CCC 2